Saluti

Giovanni Petrucci

Presidente Federazione Italiana Pallacanestro

Se un giorno dovessimo scoprire che James Naismith, l’inventore della pallacanestro, era in qualche modo imparentato con qualche abitante della città di Rieti… beh, io non mi meraviglierei più di tanto. A Rieti la pallacanestro è così fortemente intrecciata con il tessuto connettivo cittadino, da essere uno sport, un modo di vivere, relazionarsi, crescere a tutti i livelli ed anche dialogare con le istituzioni.

Rieti intorno all’inizio degli anni Ottanta ha vissuto la magnifica favola della Sebastiani Rieti che ha vinto una Coppa Korac e disputato semifinali per lo scudetto. Tanti i bravi giocatori in quella squadra fra cui Roberto Brunamonti, “zio” Willie Sojourner, Gianfranco Sanesi, prima anche Domenico Zampolini, e poi dopo Alberto Scodavolpe e Lee Jonhson , con in panchina il meraviglioso Elio Pentassuglia. Ad ogni partita c’era il tutto esaurito, i biglietti erano difficili da trovare e la città viveva la magica atmosfera dell’attesa… giocando e parlando di basket. I campi, anche all’aperto e d’inverno, sono sempre stati affollati.

L’unica grande differenza tra oggi ed allora, a quasi 35 anni di distanza, è che a Rieti manca una squadra di vertice. Ci sono stati dei tentativi, ma senza grande fortuna. La passione, l’amore e la voglia di basket non è cambiata, soprattutto per le sue implicazioni sociali. Il Torneo della Befana “Memorial Cordoni” è giunto alla sua decima edizione e si gioca in contemporanea su cinque campi. Le squadre dalle sei iniziali sono aumentate e sono cresciute fino a trentadue. Per giocare a questo Torneo, importante dal punto di vista sportivo e culturale, vengono da tutta Italia e, gli organizzatori cominciano ad accarezzare l’idea di una collocazione internazionale. E’ un Torneo che esprime tutta la reatinità, se mi passate il termine, possibile: valori sociali, istituzioni, con tutti i problemi del momento, comunque presenti, forze sociali ed anche corpi militari dello stato, disponibili e collaborativi.

L’influsso di Naismith si sente.

Francesco Martini

Presidente CR FIP Lazio

È con vivo piacere che rivolgo a tutti i partecipanti del “Torneo della Befana 2015” un caloroso saluto a nome mio e del Comitato Regionale FIP Lazio, esprimendo le mie congratulazioni per il raggiungimento di un traguardo, quello della decima edizione, che dimostra come questa manifestazione costituisca ormai un appuntamento di grande rilievo nel panorama sportivo della nostra Regione e non solo.

La sempre maggiore presenza di club nazionali e, da quest’anno, internazionali, infatti, fa sì che il “Torneo della Befana” rappresenti un’importante vetrina per Rieti, città dalla grandissima tradizione cestistica, configurandosi come un prestigioso elemento della vita sportiva, culturale e sociale del suo territorio e al tempo stesso della nostra Regione.

Vorrei inoltre sottolineare l’importanza di una manifestazione come quella del “Torneo della Befana” che, coinvolgendo ogni anno tantissimi bambini, apporta linfa vitale al movimento cestistico locale e non solo proprio a partire dalla sua base, diffondendo la pallacanestro tra quelli che potrebbero essere i campioni di domani.

Il mio “in bocca al lupo” va dunque a tutti gli addetti ai lavori, dal Comitato organizzatore alle società e ai tecnici, per la migliore riuscita dell’evento, mentre ai piccoli cestisti rivolgo l’augurio di giocare e divertirsi nel segno della correttezza e dell’amore per questo sport. Buon basket e buon anno nuovo a tutti!

Riccardo Viola

Presidente Regionale CONI

E’ con grande piacere che partecipo ai festeggiamenti per i dieci anni del Torneo della Befana di Rieti. La soddisfazione maggiore è constatare quanti progressi abbia compiuto questo progetto, nato sull’onda della passione e dell’entusiasmo di poche persone, per diventare in breve un modello organizzativo e un polo di attrazione per il territorio, con tante società provenienti da tutte le parti d’Italia. Un’iniziativa che ha contribuito al recupero dell’impianto di Poggio Fidoni e che, mescolando il verbo sportivo a quello della solidarietà, anche nell’edizione del 2015 non mancherà di andare a segno, anzi a canestro.

Già, perché di basket stiamo parlando, e per essere precisi della pallacanestro dei più piccoli e dell’addestramento dei loro allenatori con le clinic che fanno da contorno all’evento; compito questo di grande responsabilità e perciò meritevole della massima attenzione.

A loro che sono destinati a guidare la scelta di tanti giovani, seguendone il delicato inizio di un percorso sportivo e sostenendo la loro volontà di crescita, deve andare il ringraziamento di tutti noi. Ai ragazzi che con rinnovato entusiasmo si renderanno protagonisti di queste giornate all’insegna dello sport, ma anche della cultura ambientale, auguro di divertirsi perché non esiste alcuna attività ricreativa, sport incluso, se non c’è divertimento, a ogni età e a tutti i livelli.

 

Angelo Toni

SINDACO DI CONTIGLIANO

E’ con vero piacere che pongo il mio saluti e quello dell’amministrazione comunale di Contigliano agli atleti partecipanti a questa edizione del decennale del Torneo della Befana.Questa manifestazione iniziata quasi per scherzo nel nostro comune ormai rappresenta lo specchio della nostra maniera di intendere lo spport e cioè un modo per aiutare i giovani a praticare questo elemento fondamentale per la crescita sociale e sportiva di ogni persona.Un saluto particolare a tutte quelle squadre che provengono da fuori regione per una occasione di incontro e scambio culturale con la nostra realtà territoriale, sociale e sportiva.L’impegno degli istruttori delle società deve puntare a creare tanti atleti e non tanti campioni , e solo aumentando la popolazione sportiva di un paese riusciremo a dare un segnale forte di crescita anche nel movimento sportivo.Grazie per l’impegno costante che mettete tutti Voi e buon torneo a tutti.

 

Giuseppe Rinaldi

PRESIDENTE DELL’AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI RIETI

Gentile comitato organizzatore,

raccolgo con grande piacere il Vostro cortese invito ad offrire un breve saluto in occasione della X edizione del Torneo della Befana, dopo appena pochi mesi dal mio mandato. La Vostra manifestazione, infatti non si limita ad essere un meraviglioso momento di sport rivolto ai più giovani , ma , al medesimo tempo, rappresenta un importante momento di incontro e di dialogo tra diverse parti dell’Italia.La pratica dello sport è senza alcun dubbio un eccellente strumento per concorrere a realizzare una società più aperta e più serena. In tal senso, i valori ai quali si è ispirato negli anni e si ispira questo evento sono davvero apprezzabili e degni di merito e dovrebbero essere parte integrante dei nuovi modelli di educazione e partecipazione.Parlo del rispetto per l’avversario e della sana e limpida competizione. Oltretutto è dalla reciproca conoscenza che che le giovani generazioni potranno trovare le ragioni del confronto civile e della coesistenza pacifica. Nell’augurare agli organizzatori una brillante riuscita dell’edizione del decennale , invio il mio cordiale e caloroso saluto a tutte le delegazioni nazionali presenti nella nostra provincia.

 

Giuseppe“PEPPE” Cattani

 Cristiano “CHICCO” Cordoni

NPCRIETI  – NPC WILLIE BASKET RIETI

“Il Gruppo “Npc Pallacanestro – Npc Willie Basket Rieti” saluta con grande affetto la 10° edizione del Torneo della Befana – 8° Memorial Sandro Cordoni.

Qui, ora, è sempre la passione per il basket che muove le nostre scelte, nella profonda convinzione che tutto ciò che ha valore si costruisce dal basso, che alla base stanno l’educazione e la cultura sportiva, che laddove cresce un movimento giovanile forte, forte è anche l’ambiente che gli vive intorno. E più certo è il suo futuro.

Sandro Cordoni: questo è stato anche il suo modo di vedere le cose. La ragione per cui il Torneo della Befana così bene lo ricorda. Come una prosecuzione ideale di quel filo rosso che origina nel passato e rafforza l’entusiasmo nel presente.

Ma il Torneo, oggi più di prima, è anche un modo di fare sistema e creare valore sul territorio: un modo, tra i migliori, per resistere e rispondere a questo momento di difficoltà diffusa. Proteggere e rivitalizzare un patrimonio importante come il basket: questo è lo scopo ultimo, la sfida da vincere.

Per farlo non basta la passione e la volontà di pochi “folli e affamati”. Serve che un tutti lo siano almeno un pò.

Lasciamo i ringraziamenti e il nostro miglior in bocca al lupo per i ragazzi che andranno in campo alle parole di un personaggio che del basket ne ha scritto una parte di storia:

“Avrò segnato 11 volte canestri vincenti sulla sirena. Altre diciassette volte ho segnato canestri decisivi a meno di 10 secondi dalla fine. Ma nella mia carriera ho sbagliato più di 9.000 tiri. 36 volte i miei compagni mi hanno affidato il tiro decisivo e io l’ho sbagliato. Ho fallito molte volte. Ed è per questo che alla fine ho vinto tutto”. ​[M.Jordan]

 

Marialuisa Iacuitto

SOCIETA’ WILLIE BASKET

“L’A.S.D. Willie Basket Rieti porge i piu’ cordiali saluti di benvenuto a tutti i giovani atleti, amanti della pallacanestro. Nei giorni della Befana si avrà il piacere di accoglierli nella nostra città, nel ricordo di un uomo , Sandro Cordoni, che della pallacanestro ha fatto una professione di vita fin dai tempi della sua gioventù. E’ nello spirito di ideale condivisione che, anche quest’anno, la città offre i suoi spazi per vivere emozioni, sentimenti, gioco, passione ed allegria nel nome del basket reatino.

Auguri di buon anno a tutti gli atleti partecipanti e alle loro famiglie.”