La storia

Il Torneo iniziato per divertimento nel 2006 coinvolgendo sei formazioni ha, nel corso degli anni grazie alla passione degli organizzatori, aumentato ogni edizione il numero delle squadre accrescendone nel numero dei partecipanti e le zona di territorialità di arrivo.

Infatti se inizialmente avevamo una connotazione strettamente locale, anno dopo anno siamo riusciti a portare settori giovanili di squadre professionistiche come la Fortitudo Bologna, la Scavolini Pesaro, la LBL Caserta e realtà minori ma pur sempre importanti della Campania,Puglia, AbruzzoLazio, Marche, Piemonte, Liguria, Toscana.

Oramai il numero delle squadre coinvolte è di 16 suddivise in diversi gironi col coinvolgimento tra ragazzi e genitori di oltre 700 persone che usufruiscono costantemente di tutte le strutture ricettive presenti in città e in provincia.

I campi di gioco utilizzati sono la Palestra Polivalente di Contigliano e il Palaspes di Poggio Fidoni.

La nostra missione nel corso degli anni è stata poi quella di unire allo sport e al divertimento di questi bimbi appartenenti alla categoria Aquilotti(10 anni di età) anche l’aspetto della solidarietà e della natura.

Ogni anno durante la 4 giorni di gare infatti vengono svolte delle aste di beneficienza grazie al contributo che riceviamo da parte delle squadre della Lega A di pallacanestro.

Ogni squadra, a suo modo, ci invia per tempo del materiale sportivo (magari autografato) da poter “battere” all’asta il giorno della finalissima che viene svolta nel sempre gremitissimo e ormai quasi inadeguato per capienza Palazzetto dello Sport di Contigliano.

Abbiamo raccolto fondi per associazioni come l’UNITALSI (sezione di Rieti), Fondazione “LE 4 STELLE” di Caserta, Gruppo Muisne di Contigliano, per aiutare i “nostri” amici dell’Aquila nella ricostruzione di un nuovo Palazzetto dello Sport… insomma abbiamo cercato anche in questi momenti di crisi economica da tutti i presenti un supporto che lasciasse il segno del “nostro passaggio”.

Nelle difficoltà molti sono stati gli enti e le associazioni che ci hanno supportato (Sogea, Coni, Cariri Spa, Seripoint, Provincia di Rieti, Coni Provinciale, TecnoAdsl Lazio, Saponer, Carrozzeria Angelucci, ecc) chi con un aiuto economico chi amministrativo.

Il Corpo Forestale dello Stato e il suo Centro Sportivo nelle nove edizioni ci è sempre stato accanto per promuovere l’ambiente e ci ha supportato con stand e gadgets da consegnare ai ragazzi il giorno delle finali. Anche atleti di spessore nazionale sono stati inviati per presiedere alla giornate e alle premiazioni.

Con tutti i membri del comitato organizzatore cerchiamo ogni anno di introdurre qualche novità che possa lasciare il segno in tutti i partecipanti e nelle istituzioni e più che possa far conoscere il nome della nostra città e provincia in tutta l’Italia.

Dall’aumento repentino delle squadre partecipanti alle possibilità di aver ospitato le compagini foranee a casa dei ragazzi locali, alla sfilata per le vie della città. Senza dimenticare le visite guidate all’Arboreto della Scuola Forestale di Cittaducale e della Mostra Permanente degli Animali.

Nel 2008 abbiamo istituito il Memorial Sandro Cordoni, primi in città a ricordare il famosissimo coach reatino prematuramente scomparso.

Fiore all’occhiello nella stagione 2013 è stata l’organizzazione con il patrocinio della FIP Comitato Provinciale di Rieti  di un Clinic Regionale per istruttori minibasket che nella sera del 05/01/2013 ha radunato oltre 100 istruttori da tutto il Lazio per il periodico aggiornamento annuale.

L’edizione 2014 ha avuto un successo strepitoso soprattutto se si va ad esaminare il numero delle squadre partecipanti e le 2 annate coinvolte(2001 e 2003). Le 32 squadre partecipanti hanno giocato in contemporaneo nei 5 campi della città con un seguito di pubblico davvero numeroso (il giorno delle finalissime oltre 2.500 tra giocatori e pubblico).

Tantissimi giovani provenienti da tante città d’Italia hanno potuto confrontarsi e conoscere la nostra terra.